La Piazza delle Stelle
La Piazza delle Stelle
Home | Profilo | Registrazione | Argomenti attivi | Membri | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Spazio Autori
 I vostri fantastici racconti
 LADY JANET

Nota: Devi essere registrato per inserire una risposta.
Per registrarti, clicca qui. La registrazione e' gratuita.

Dimensioni dello schermo:
Nome utente:
Password:
Metodo di formattazione:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Allineato a sinistraCentratoAllineato a destra Separatore orizzontale Inserisci collegamentoInserisci e-mail Inserisci codiceInserisci citazioneInserisci elenco
   
Messaggio:

* HTML NON attivo
* Forum Code ATTIVO
Faccine
Sorriso [:)] Grande sorriso [:D] Figo! [8D] Arrossisco [:I]
Linguaccia [:P] Cattivo [):] Occhiolino [;)] Pagliaccio [:o)]
Occhio nero [B)] Eight Ball [8] Accigliato [:(] Timido [8)]
Sconvolto [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Baci [:X] Approvo [^] Disapprovo [V] Domanda [?]

 
Seleziona qui per abbonarti a questo argomento.
   

A N T E P R I M A    D E L L ' A R G O M E N T O
Dragueur Inviato - 26/04/2010 : 12:49:18
LADY JANET


«Si', sembra un nome strano, visto che siamo in piena pianura padana, eppure… e' il fantasma stesso a dichiarare di chiamarsi cosi',» sorride scettico il mio amico Matteo, responsabile dell’ ufficio turistico del comune di Landriano.«Come se si trattasse di una nobildonna inglese…»
«O meglio scozzese,» annuisco, fissando l’antico castello diroccato. Anche se siamo in pieno giorno, e il sole splende alto nel cielo, quella costruzione consunta, carica di secoli e di rampicanti, mi trasmette un senso d’inquietudine. Da molto tempo, ormai, il castello di Landriano e' meta degli “avvistatori di fantasmi” e degli appassionati dell’occulto, a causa delle frequenti apparizioni notturne dello spettro di Lady Janet. Io non sono un cacciatore di fenomeni paranormali. Pero', trovandomi a Landriano di passaggio, non ho potuto resistere alla curiosita' di vedere il misterioso castello.
«Ma e' davvero esistita, quella donna?» chiedo a Matteo.
Lui fa un cenno di assenso.«Certo che e' esistita, anche se i pareri sulla sua identita' sono discordi. Alcuni pensano si trattasse di una nobildonna locale, una certa Giannetta Landriani… Giane't, in dialetto pavese. Ecco perche' somiglia tanto, come pronuncia, ad un nome inglese. Fu bruciata per stregoneria nel 1529, durante l’occupazione francese della Lombardia, quando il generale Lautrec ordino' numerosi roghi di streghe. Altri sostengono che fosse invece una herbaria, come si chiamavano allora le popolane esperte di medicamenti… Bruciata viva anche lei, naturalmente, secondo le discutibili abitudini dell’epoca…»
«E questo fantasma… tu l’hai mai visto?»
Matteo scuote la testa, continuando a sorridere.«No, mai. Pero' non sono mai stato al castello di notte. Devo ammettere, comunque, che la nostra Lady Janet vanta parecchi “avvistamenti”… Molte persone sostengono di averla vista, sotto forma di bianca apparizione affacciata alle mura. Anche se il fantasma, piu' che manifestarsi come “ectoplasma”, sembra ami “possedere” coloro che entrano nel suo raggio d’influenza…»
«Possedere… in che senso?» chiedo, provando una strana apprensione.
«Cominci a spaventarti, eh?» ridacchia Matteo, divertito dalla mia espressione preoccupata.«Io non ci credo, ma molti dei visitatori notturni del castello affermano di aver rivissuto, come in stato di trance, gli ultimi attimi di vita di Lady Janet. Di solito sono svenuti, riprendendosi dopo pochi minuti senza conseguenze particolari... tranne un grande, doloroso senso di pena. Alcuni hanno anche riferito di aver sentito un canto strano, accompagnato da arcaiche parole medievali…»
«Non m’intendo di spiritismo, pero'… Dovrebbe trattarsi di uno spettro dotato di grande potenza, per riuscire a possedere in questo modo individui normali, non dotati di facolta' medianiche…» replico, giusto per darmi un tono. In realta', non so perche', la storia di Lady Janet comincia davvero ad inquietarmi.
«Si', un fantasma molto… aggressivo,» annuisce Matteo.«Secondo esperti del paranormale, la sua potenza deriverebbe dalla particolare posizione del castello. Come vedi, qui siamo su un isolotto proprio in mezzo al fiume Lambro. Sarebbero le correnti magnetiche del fiume a caricare lo spirito di un’energia enorme, impedendogli nel contempo di abbandonare il castello. Un’anima possente ma prigioniera…»
Ho ancora nelle orecchie le parole di Matteo mentre mi avvicino alla scura, imponente massa del castello appena rischiarata da una pallida falce di luna. Non so neppure io il perche', ma ho sentito il bisogno di tornarci di notte, e da solo. Forse curiosita'. Forse il bisogno di dimostrare a me stesso che si tratta di favole, che il mondo e' invece dominato dalla razionalita'… Scavalco l’ingresso transennato dal comune. L’edificio e' pericolante. Non dovrei entrarci. Ma qualcosa mi chiama, mi attira verso quelle pietre grigie, coperte di muffa e di tempo…
Non so cosa trovero', oltre il confine delle mie segrete, inespresse paure.
So solo che vado avanti tra l’erba alta, nella notte silenziosa.
Forse, Lady Janet mi sta aspettando.


Dragueur
1   U L T I M E    R I S P O S T E    (Prima le piu' recenti)
luciana Inviato - 27/04/2010 : 13:42:38
Abbastanza inquietante.
Io, pero', nel finale avrei aggiunto un colpo di scena, pur senza raccontare come va a finire la storia. (Vabbe', e' solo una mia idea, pero'!)

Robottina Stellare

La Piazza delle Stelle © 2009-2010 Edizioni Della Vigna Vai all'inizio della pagina
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06