La Piazza delle Stelle
La Piazza delle Stelle
Home | Profilo | Registrazione | Argomenti attivi | Membri | Cerca | FAQ
Utente:
Password:
Salva password
Password dimenticata?

 Tutti i forum
 Libri
 Libri fantastici delle Edizioni Della Vigna
 Federico di Claudio Chillemi
 Nuovo argomento  Rispondi all'argomento
 Versione stampabile
Pagina successiva
Autore Argomento precedente Argomento Argomento successivo
Page: of 2

matesa
Utente junior

Italia
32 Post

Inviato - 19/10/2010 :  08:03:49  Mostra profilo  Cita e rispondi
Letto il libroEccellente storia per ragazzi che non credo dispiacera' agli adulti. Federico II e' un gran bel personaggio, per mio conto mi sono documentata, e Chillemi ha fatto un buon lavoro di mistura tra storia e fantasia, ottimoSpero apre le menti di molti giovani sopratutto riguardo il mondo arabo, il personaggio di Hamed lo trovo ben riuscito con la giusta dose di mistero, ci presenta la cultura e la tradizione araba senza mai strafare, e, soprattutto, dice a noi siciliani quanto dobbiamo agli arabi. Nella fase finale del romanzo, le citazioni della mitologia greca mi sono sembrate azzeccate, anche qui: dobbiamo molto alla cultura greca. Il linguaggio e lo stile sono molto sofisticati, ho notato anche un lessico, come dire, "antico", forse per introdurre meglio nell'atmosfera medievale del romanzo? Attendo con curiosita' i commenti di altri lettori. Maria Teresa.

Modificato da - matesa on 19/10/2010 08:04:44

luciana
Utente ordinario

Italia
131 Post

Inviato - 20/12/2010 :  14:31:02  Mostra profilo  Cita e rispondi
Ho fatto molta fatica a leggere il libro di Chillemi che, a mio personale parere, contiene alcuni punti che non quadrano.
Innanzitutto il linguaggio ampolloso rende arcaico il testo tanto che, a tratti, passano in secondo piano le avventure che vivono i protagonisti, prevalendo la noia.
Inoltre, in generale, tutti i dialoghi di Federico, un bambino di appena 7 anni, sono assurdi. L'autore mette in bocca a un bimbo che, a causa dell'eta', a malapena conosce l'uso dei verbi, sicuramente non conosce il significato di tutte le parole (men che meno di quelle difficili che invece usa spesso), e non ha ancora imparato a parlare con un costrutto sintattico regolare... dicevo: l'autore gli mette in bocca frasi e ragionamenti di un quarantenne!
Sono arrivata fino a pag. 116 e non ce l'ho fatta ad andare avanti.

Robottina Stellare
Vai all'inizio della pagina

Claudio Chillemi
Utente junior

26 Post

Inviato - 22/12/2010 :  22:10:04  Mostra profilo  Cita e rispondi
Inanzitutto ringrazio Luciana di aver letto fino a pag. 116. Comunque, il libro e' stato letto da quasi 2500 ragazzi dai 12 ai 14 anni in oltre 100 classi di scuola media, tutti ne hanno approfittato (con l'aiuto dei loro insegnanti) per arricchire il loro lessico e il loro vocabolario pescando a piene mani dal mio "linguaggio ampolloso". Dai docenti non ho mai ricevuto critiche sulla fluidita' del testo, il cui lessico ricercato ha il solo scopo di riprodurre la medievalita' anche nel linguaggio. Ma tant'e', certe cose o si capiscono o non si capiscono...Per quanto riguarda il "Federico settenne che parla come un 40enne", posso dire che anche oggi ci sono ragazzi di 7 anni che sanno leggere e scrivere dall'eta' di due anni, che sanno far di conti dai 3 anni, e che conoscono i nomi di tutte le capitali del mondo e i pianeti del sistema solare (a caso: due miei nipoti!). Comunque, non ho inventato la personalita' di Federico dal nulla, ho solo letto parecchio tutto cio' che e' stato scritto su di lui, di seguito alcuni dei libri che ho studiato per scrivere il romanzo:

Antonino De Stefano, Federico II e le correnti spirituali del suo tempo, Roma, 1923.

Benedetto Biagi, Foggia Imperiale, Raccolta di studi Foggiani (a cura del Comune), Foggia, 1933.

Eucardio Momigliano, Manfredi, dall'Oglio editore - Milano, 1963.

Fulcanelli , "Le dimore filosofali" Ed. Mediterranee, Roma 1973.

Alfredo Petrucci, Cattedrali di Puglia, Carlo Bestetti Edizioni d'Arte, Roma, 1976.

G. Saponaro, G. Musca, M. L. Troccoli Verardi, A. Tavolaro, G. De Tommasi, R. Rotolo, Castel del Monte, Adda Editore, Bari, 1981.

Roberto Matteo Pasquandrea, Fiorentino: una citta' bizantina di frontiera (XI-XIV sec.) in Profili della Daunia antica, a cura del Centro FG/31 (CRSEC Foggia), Foggia, 1986.

Autori Vari, Fiorentino, Campagne di scavo 1984 - 1985. Galatina (Lecce) 1987.

Ernst Kantorowicz, Federico II imperatore, Garzanti, Milano, 1988.

H. Götze " Castel del Monte" Ed. Hoepli, Milano 1988.

Carl Arnold Willemsen, Dragmar Odenthal, PUGLIA terra dei Normanni e degli Svevi, Editrice Laterza, Bari, 1990.

Antonino De Stefano, La cultura alla Corte di Federico II imperatore, Edizioni all’insegna del Veltro, Parma, 1990.

F. Bramato: storia dell'Ordine dei Templari, Ed. Atano'r, Roma 1991.

Giulio Cattaneo, Federico II di Svevia "Lo specchio del mondo", Newton Compton Editori, Roma, 1992.

Artur Haseloff, Architettura Sveva nell'Italia Meridionale, Mario Adda Editore, Bari, 1992.

David Abulafia, Federico II. Un imperatore medievale, Enaudi, Torino, 1993.

Autori Vari, Federico mito e memoria, Biblos, Bari, 1994.

Eberhart Horst, Federico II di Svevia L'imperatore filosofo e poeta, Rizzoli Supersaggi, Milano, 1994.

S. Mola, Itinerari Federiciani in Puglia, Mario Adda Editore, Bari, 1994.

Bianca Tragni, La meravigliose storia di Federico II, Mario Adda Editore, Bari, 1994.

Bianca Tragni, Il mitico Federico II, Mario Adda Editore, Bari, 1994.

Maria Teresa Masullo Fuiano: Itinerario federiciano in Capitanata, Foggia 1994.

G. de ***, Foggia e la Capitanata nel Quaternus Excadenciarium di Federico II di Svevia, Banca del Monte, Foggia, 1994.

Raffaele Licinio, CASTELLI MEDIEVALI - Puglia e Basilicata: Dai Normanni a Federico II e Carlo d’Angio', Edizioni DEDALO, aprile 1994 Bari.

Carlo Fornari, Frati, Antipapi ed Eretici Parmensi, protagonisti delle lotte religiose medievali, Silva Editore, Parma, ottobre 1994.

Renato Russo, Federico II Cronaca della vita di un imperatore e della sua discendenza, Editrice Rotas, Barletta, 1994.

Eduard Sthamer, L'amministrazione dei castelli nel Regno di Sicilia sotto Federico II e Carlo I d'Angio', Bari, ed. M. Adda, 1995.

Autori Vari, Federico II Immagine e potere, Marsilio Editori, Venezia 1995.

J. M. Martin, Errico Cuozzo, Federico II Le tre capitali del regno Palermo - Foggia - Napoli, Procaccini Editore, Napoli, 1995.

M. Cristallo, Nei Castelli di Puglia, Mario Adda Editore, Bari, 1995.

S. Russo, Federico II di Svevia, Viaggio intorno all’imperatore, Foggia, 1995.

L. Capaldo e A. Ciarallo, Federico II a Melfi. Pubblicato dalla rivista Oltre n° 1/95 Napoli.

Giuseppe Tattolo, Castel del Monte - La Leggenda - Il Mistero, Schena Editore, Fasano di Brindisi, 1997.

Bianca Tragni, Il Re Solo, Corrado IV di Svevia, Mario Adda Editore, Bari, 1998.

Carlo Fornari, FEDERICO II un sogno imperiale svanito a Vittoria, Silva Editore, Parma, maggio 1998.

Carlo Fornari, La corte illuminata e fastosa di un "mussulmano battezzato", Malacoda bimestrale di varia umanita' n° 79 anno XIV - Luglio-Agosto 1998, Parma.

Alberto Gentile, Itinerari federiciani, Malacoda bimestrale di varia umanita' n° 79 anno XIV - Luglio-Agosto 1998, Parma.

Raffaele Licinio, MASSERIE MEDIEVALI - Masserie, Massari e Carestie da Federico II alla Dogana delle Pecore, Mario Adda Editore, Bari, 1998.

Pietro Corrao, Il regno di Sicilia e la dinastia sveva, in Storia Medievale (pag. 354 –356), Donzelli Editore Roma 1998.

M. B. Silorata, C. D. Fonseca, C. Fornari, F. Ciceroni, Federico II: tra Cronaca e Storia, Tabulae del Centro Studi Federiciani della Fondazione Federico II Hohenstaufen di Jesi, Gennaio - Maggio 1999 n° 1.

Renato Russo, Federico II e la Puglia, Editrice Rotas - Barletta 1999.

Hubert Houben, Ruggero II di Sicilia, Un sovrano tra Oriente e Occidente, Editori Laterza, 1999.

Carlo Fornari, Federico II Condottiero e Diplomatico, Mario Adda Editore, Bari, 2000.

Giovanni Vitolo, Medioevo. I caratteri originari di un’eta' di transizione, Sansoni, Milano 2000.

Franco Cardini, Castel del Monte, Edizioni il Mulino, Bologna 2000.

Georgina Masson, Federico II di Svevia, Tascabili Bompaini, prima edizione 1957, riedizione tascabile aprile 2001.

Raffaele Licinio, Massimiliano Ambruoso, Maria Alfronio e Antonio Diviccaro, Castel Del Monte e il sistema castellare nella Puglia di Federico II, Edizioni dal Sud, Bari 2001.

Federico II di Svevia, DE ARTE VENANDI CUM AVIBUS a cura di Anna Laura Trombetti Budriesi, editori Laterza - 2001

Raffaele Licinio (a cura di), Castel del Monte. Un castello medievale, con contributi di Giosue' Musca, Massimiliano Ambruoso, Lucia A. Buquicchio, Marisa Depascale, Simona Pontrelli, Stefania Mola, Mario Adda editore, Bari 2002.

Hubert Houben, Normanni tra Nord e Sud. Immigrazione e acculturazione nel Medioevo, Di Renzo Editore, Roma 2003

Ne ho omesso alcuni per ovvie ragioni di spazio. Nella maggior parte di questi testi c'e' chiaramento descritto un ragazzo che NON A SETTE ANNI, ma gia' dai 4 anni, impartiva ordini, parlava latino, scriveva e leggeva, cavalcava, tirava di spada, cacciava con il falcone, e ben altro. La storia narrata nel primo capitolo, l'assalto al castello, dove Federico fugge uccidendo diverse guardie e' una storia che ho preso passo, passo, da una delle leggende piu' narrate e raccontate su Federico...Tanto per intenderci. Inoltre, la storia e' piena di bambini prodigio, come Mozart che componeva sinfonie ed opere a 4 o 5 anni, chi ci dice (e dai racconti dei suoi contemporanei pare proprio cosi') che Federico non sia uno di questi "geni" bambini?
Comunque, a parte tutto, ringrazio Luciana. I miei due libri hanno ricevuto tante di quelle critiche positive, che le poche negative rendono le positive piu' credibili.

Auguri a tutti.
Claudio

Modificato da - Claudio Chillemi il 24/12/2010 11:33:37
Vai all'inizio della pagina

isabel
Nuovo iscritto

3 Post

Inviato - 23/12/2010 :  21:05:39  Mostra profilo  Cita e rispondi
Salve a tutti. Sono nuova del forum e mi fa piacere cominicare la mia esperienza riguardo al libro di Chillemi. Sono un'insegnante di scuola media che ha adottato il libro (nella sua prima edizione) alcuni anni or sono in una scuola fortemente a rischio, in uno dei quartieri piu' degradati di Catania. I ragazzi sono stati molto interessati alla lettura e non hanno trovato nessuna difficolta' nel decifrare il linguaggio usato dall'autore. Ritengo, inoltre, che Federico sia stato un personaggio dal grande spessore culturale, che non avrebbe potuto parlare diversamente da come descritto, anche a sette anni. Penso, qualora sia possibile, che adottero' nuovamente il testo nella nuova edizione, contenente alcuni capitoli aggiuntivi che arrichiscono la storia.
Vai all'inizio della pagina

argomizar
Moderatore

Italia
51 Post

Inviato - 23/12/2010 :  23:35:34  Mostra profilo  Cita e rispondi
Da vecchio editor ho trovato questo libro azzeccato sia sotto il punto di vista storico, sia di quello didattico. La personalita' di Federico mi ha sempre affascinato e posso assicurare Luciana che Federico era proprio un ragazzo prodigio, per cui non c'e' niente di strano che parlasse con una certa proprieta'. Difficile per i ragazzi d'oggi? Non credo, a meno che non siano abituati solo a messaggini pieni di xche' cmq e altre schifezze del genere. E poi ci sono i genitori a cui chiedere spiegazioni oltre che gli insegnanti. O vogliamo proprio che venga su una generazione di baluba analfabeti?
Complimenti a Chillemi, che gia' ho apprezzato per l'ottimo Kronos.

Modificato da - argomizar il 23/12/2010 23:36:03
Vai all'inizio della pagina

Giovanni Mongini
Utente junior

Italia
40 Post

Inviato - 24/12/2010 :  09:28:28  Mostra profilo  Visita l'homepage di Giovanni Mongini  Cita e rispondi
Sono d'accordo totalmente con l'editor in tutto tranne che in una cosa. quando si definisce:Vecchio. Vogliamo fare a cambio di eta'? Comunque sia il libro di Chillemi e' una delizia per gli occhi e per la mente.
Saluti e Auguri
Giovanni Mongini

Giovanni Mongini
Vai all'inizio della pagina

Claudio Chillemi
Utente junior

26 Post

Inviato - 24/12/2010 :  11:42:12  Mostra profilo  Cita e rispondi
Ringrazio coloro che sono intervenuti per le belle parole spese per Federico. Un libro che non e' nato per caso. Anche per me, infatti, la sua Figura (con la F maiuscola) e' sempre stata di grande stimolo intellettuale e culturale fin da quando ho letto il De Vulgari Eloquentia di Dante, in cui il poeta fiorentino tesse le lodi della scuola poetica Siciliana e del suo mentore, il "nostro Federico", poeta, politico, filosofo, giurista e legislatore. Quando ho constatato, dai miei studi di cui ho gia' detto nell'intervento precedente, che il giovane re aveva vissuto dai 7 ai 14 anni, praticamente da vagabando, per le vie di Palermo, oggetto di odio e di tentativi di omicidio, l'idea di scriverci su e' nata naturalmente.
Grazie ancora, anche alla collega (per chi non lo sapesse, anch'io sono insegnante) Isabel, per le belle parole, e un augurio di Buon Natale e sereno anno nuovo a tutti.
Claudio

Modificato da - Claudio Chillemi il 24/12/2010 11:44:49
Vai all'inizio della pagina

libero
Nuovo iscritto

4 Post

Inviato - 24/12/2010 :  21:42:20  Mostra profilo  Cita e rispondi
Salve, anch'io sono nuovo del forum. Ho conosciuto Claudio Chillemi circa sei anni fa, quando l'editore della prima edizione di Federico lo ha invitato nella scuola dove lavoro per incontrare i miei alunni. Da allora ci siamo sentiti sporadicamente, fino a quando mi ha scritto un'email in cui mi annunciava l'uscita d una nuova edizione del suo romanzo, e mi ha anche indirizzato in questo forum. Solitamente non partecipo ai forum, di nessun tipo, ma ho letto il commento di Luciana sul romanzo di Chillemi e, da insegnante che ha adottato un libro in una delle scuola piu' difficili della provincia di Catania, nel quartiere Librino, mi sono sentito di intervenire. Federico e' un romanzo che ha affascinato tre miei classi negli anni scolastici 2004/2005, 2005/2006, 2006/2007; i ragazzi lo hanno letteralmente divorato, ponendomi numerosissime domande e volendo approfondire la figura di questo grande personaggio storico leggendo altri libri sull'argomento. Non mi e' parso che ritenessero il linguaggio particolarmente difficile, anzi, io trovo il lessico di Federico molto stimolante per insegnare ai ragazzi nuovi vocaboli. Che poi Federico parli come un quarantenne mi sembra una cosa del tutto risibile, quest'uomo era un genio, assoluto e, come tutti i geni, la sua genialita' si sara' sicuramente rivelata anche da bambino. Cara Luciana, bisogna aver fiducia nei ragazzi, sono piu' svegli e preparati di quanto ci sembra, capaci di cogliere il senso anche nei linguaggi piu' complicati e capaci di impare a leggere e scrivere come un "adulto" anche ad appena sette anni. Il romanzo e' bello ed adatto alla lettura dei ragazzi, fonte anche di cultura e d'interesse. Un saluto e un augurio a tutti.
Libero.

Modificato da - libero il 24/12/2010 21:43:49
Vai all'inizio della pagina

Admin
Forum Admin

Italia
352 Post

Inviato - 25/12/2010 :  11:27:29  Mostra profilo  Visita l'homepage di Admin  Cita e rispondi
Ringrazio tutti per gli interventi, e ringrazio Robottina per averci segnalato quello che non lo ha convinta.
Devo dire che tra le tante critiche positive, riguardo al modo di parlare di Federico e' gia' la seconda del genere che ricevo. Non che non mi fossi posto il problema: dopo aver letto il manoscritto, e assodato che effettivamente Federico parlava cosi', mi sono chiesto se mantenere la realta' storica, che pur avrebbe potuto non apparire verosimile, o se chiedere a Claudio, nella finzione di un romanzo, di modificarla in modo (volutamente virgolettato) "piu' realistico", falsandola.
La scelta e' stata di attenerci a quel che davvero era, a costo di attirarci qualche critica.
Ma le critiche, quando motivate, sono ben accette per migliorarci.

Edizioni Della Vigna
Luigi Petruzzelli
Vai all'inizio della pagina

Admin
Forum Admin

Italia
352 Post

Inviato - 25/12/2010 :  11:32:10  Mostra profilo  Visita l'homepage di Admin  Cita e rispondi
quote:
Inserito originariamente da isabel

Penso, qualora sia possibile, che adottero' nuovamente il testo nella nuova edizione, contenente alcuni capitoli aggiuntivi che arrichiscono la storia.



Grazie, Isabel.
Per accordi con l'editore precedente, il volume non puo' essere adottato limitatamente alla Sicilia. Puo' pero' essere tra i testi consigliati. A tal proposito, ti segnalo che e' in preparazione (e dovrebbe essere disponibile a fine gennaio) un opuscoletto-guida didattica per Federico, che sara' disponibile senza sovrapprezzo per chi consigliera' la lettura di Federico in ambito scolastico.

Edizioni Della Vigna
Luigi Petruzzelli
Vai all'inizio della pagina

matesa
Utente junior

Italia
32 Post

Inviato - 30/12/2010 :  01:04:12  Mostra profilo  Cita e rispondi
Non condivido neanche un po' quello scritto da Luciana. Ho una figlia di 12 anni che ha letto Federico alla velocita' della luce e mi ha confessato di averlo trovato tutt'altro che noioso, anzi, mi ha rivelato che non vedeva l'ora di vedere come andava a finire. Il lessico e' senza dubbio ricercato, ma non capisco perche' i libri per "bambini" debbano essere per forza scritti come parlva Tarzan a Jane, diamo fiducia ai nostri figli, concordo con quello che dice Libero, sanno essere piu' profondi e intelligenti di quanto non ci aspettiamo. Complimenti anche all'editore che permette in un forum sul suo sito di esprimere a tutti il proprio parere sui libri che pubblica, anche quando, come nel caso di Luciana, questi pareri sono fortemente critici.
Un augurio di Buon Anno.
Maria Teresa.

Modificato da - matesa il 30/12/2010 08:33:31
Vai all'inizio della pagina

mcl
Nuovo iscritto

Italia
2 Post

Inviato - 17/01/2011 :  12:12:14  Mostra profilo  Cita e rispondi
“Federico” mi ha letteralmente trasportata nel mondo medievale, rendendomi protagonista delle avventure narrate! Era da tempo immemorabile che non mi sentivo coinvolta in questo modo da un romanzo!
Romanzo per ragazzi? Allora sono anch’io una “ragazza” di appena... 61 anni!
Questa estate lo faro' leggere sicuramente al mio nipotino di nove anni; il prossimo anno andra' in prima media e penso proprio che gli piacera'... e' appassionato di storie avventurose!
Complimenti Claudio, il libro e' veramente avvincente!
Complimenti anche a Fabio Grasso per la splendida copertina e le magnifiche illustrazioni interne!


mc
Vai all'inizio della pagina

Kosmica
Nuovo iscritto

Italia
8 Post

Inviato - 18/02/2011 :  08:15:19  Mostra profilo  Cita e rispondi
Salve a tuttiHo finalmente letto il libro di Chillemi. L'ho trovato piacevole e di facile lettura. Quello che ho apprezzato e' la sicilianita' dell'ambientazione; purtroppo conosco poco questa splendida isola, ma le parole di Chillemi mi hanno immerso in un mondo straordinario, pieno di miti, di favole, di personaggi intriganti. In questo libro la figura di Hamed, l'arabo amico di Federico, mi ha fatto capire come la mentalita' medievale europea era di gran lunga piu' ottusa di quella araba nello stesso periodo. Molto belle anche le illustrazioni interne, vero valore aggiunto del libro, mi hanno impressionato moltissimo e mi hanno aiutato ad "immaginare" personaggi, ambienti e situazioni. Non concordo con quello detto da Luciana sul personaggio del giovane imperatore, anche dall'alto della mia ignoranza, so, per ricordo scolastico, che Federico era un vero genio, nulla di straordinario che lo fosse anche a sette anni, e poi...Ci siamo forse stupiti che tre ragazzini hanno salvato Narnia? O che Harry Potter salvi il mondo ad ogni pie' sospinto? Siamo nel regno della fantasia, tutto e' possibile. Aspetto con trepidazione il prossimo romanzo di Chillemi Intanto alla prossima Sticcon mi faccio autografare Federico .
Alessandra
Vai all'inizio della pagina

Claudio Chillemi
Utente junior

26 Post

Inviato - 23/02/2011 :  08:38:22  Mostra profilo  Cita e rispondi
Ringrazio Kosmica per le belle parole, spero di essere alla prossima Sticcon per autografarle il libro e....Per capire chi e', ormai "le faccie da sticcon" le conosco tutte, trovo difficile collegare il nome ai volti. La sicilianita' di Federico (inteso come il vero Federico) e' stata cosi' marcata che, nonostante fosse imperatore di mezzo mondo allora conosciuto, e' stato suo desiderio riposare eternamente a Palermo, nella cui cattedrale e' costudito il suo sarcofago. Un saluto a tutti.
Claudio
Vai all'inizio della pagina

Hitao
Nuovo iscritto

Italia
6 Post

Inviato - 28/02/2011 :  08:46:01  Mostra profilo  Cita e rispondi
Ciao a tutti! Ritorno dopo diversi mesi su questo forum per commentare questo altro libro di Chillemi. Premessa: non e' proprio il mio genere, io amo la fantascienza e soprattutto Star Trek, comunque non posso non essere affascinato dalla storia di questo grande personaggio Storico. Ho visto alcune riflessioni di chi mi ha preceduto, alcune le condivido: la sicilianita', l'incredibile personalita' del giovane imperatore (concordo con chi dice che anche a sette anni un personaggio del genere puo' essere un piccolo adulto), il fascino del romanzo; altre non le condivido: il linguaggio in effetti e' a tratti difficile, i libri di Star Trek che leggo sono di una semplicita' inaudita a confronto, ma perche' il lettore di fantascienza deve essere considerato come un lobotomizzato ignorante capace di leggere solo testi di poco superiori ai messaggi dei telefonini? Ho letto Federico, non ho una particolare cultura (diploma di ragionieri, per dirla tutta) eppure me lo sono goduto; ho letto decine di romanzi di Star Trek, di Star Wars, di Asimov, fumetti a centinaia, gialli e horror, non sono mica un lettore di Dostojiesky (si scrive cosi'?Boh?), eppure ho iniziato e finito il libro di Chillemi, trovandolo bello. L'unica cosa che devo dire, ma all'editore, e' che e' difficile trovarlo, ho chiesto ad un amico di comprarlo in una manifestazione di libri, mi pare a Milano o nelle vicinanze. Non mi fido, infatti, delle poste, che mi hanno perso piu' di una spedizione. E, poi, commento positivissimo, alle immagini, molto belle, era da tempo che non vedevo un libro illustrato cosi' bene, mi ricorda i libri della mia infanzia (ho 49 anni).
Un saluto a tutti.
Vai all'inizio della pagina

matesa
Utente junior

Italia
32 Post

Inviato - 28/02/2011 :  14:18:18  Mostra profilo  Cita e rispondi
Per Hitao, se vivi nei pressi di Catania, puoi trovare i libri di Chillemi presso la fumettoteca club di viale Ionio, ho mandato li alcune persone che hanno acquistato sia Kronos che Federico. Per l'editore, due mie amiche insegnanti mi hanno chiesto (e io glielo ho dato con piacere) Federico; dopo averlo letto, mi hanno chiesto se ne esiste una versione scolastica. Lo domando quindi al signor editore.
Un saluto,
Maria Teresa
Vai all'inizio della pagina
Page: of 2 Argomento precedente Argomento Argomento successivo  
Pagina successiva
 Nuovo argomento  Rispondi all'argomento
 Versione stampabile
Vai a:
La Piazza delle Stelle © 2009-2010 Edizioni Della Vigna Vai all'inizio della pagina
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06