La Piazza delle Stelle
La Piazza delle Stelle
Home | Profilo | Registrazione | Argomenti attivi | Membri | Cerca | FAQ
Utente:
Password:
Salva password
Password dimenticata?

 Tutti i forum
 Spazio Editori
 Aspetti legali legati al diritto d'autore
 Persone reali inserite in romanzi di fantasia
 Nuovo argomento  Rispondi all'argomento
 Versione stampabile
Autore Argomento precedente Argomento   

Lampisterio
Utente junior

Italia
31 Post

Inviato - 02/03/2011 :  22:49:41  Mostra profilo  Cita e rispondi
Mi e' capitato spesso di trovare personaggi reali inseriti in romanzi di fantasia. Romanzi storici, soprattutto, nei quali in un contesto attendibile, storicamente documentato, si inserisce una trama di fantasia. Fin qui niente di male, si sta al gioco dell'autore, si gode della sua creativita', ecc...
La mia domanda e' se questa liberta' d'autore vale solo per personaggi storici alla Napoleone, Einstein, Mussolini, ecc... oppure per chiunque? L'autore deve chiedere il permesso alla persona reale citata?
Se scrivo un romanzo dichiaratamente di fanta politica devo avere il permesso da tutti i personaggi reali (o loro eredi) citati?
Esistono romanzi con protagonista Dante Alighieri, Emilio Salgari, ecc... gli autori hanno avuto un qualche permesso? potrebbe esistere un libro con protagonista un personaggio vivente o scomparso da poco?
Un autore potrebbe scrivere la mia biografia a mia insaputa?
Un saluto, Sam.

syllon
Utente ordinario

Italia
114 Post

Inviato - 03/03/2011 :  00:19:41  Mostra profilo  Cita e rispondi
Il problema e' che personaggi come Garibaldi, Colombo o Napoleone, sono cosi' noti da poter essere assimilati al cosiddetto "immaginario collettivo", esattamente come i personaggi di fantasia, leggendari o del mito. Nel caso di persone viventi, bisognerebbe fare un distinguo: se il personaggio e' pubblico o se e' un privato cittadino come me e te. Nel primo caso, purche' tu non lo offenda in modo spudorato o non lanci messaggi calunniatori nei suoi confronti, non dovrebbero esserci problemi eccesivi. Cosi' come i paparazzi che possono fotografare la rock star o l'onorevole di turno per strada o in un bar e pubblicare le foto su riviste di gossip o che so io. Mentre non possono farlo in momenti di privacy o a casa loro o se sono in desabiglie' in luoghi non pubblici.
Nel secpndo caso il doscorso cambia. Se vuoi scrivere la biografia della ragazza ex-tossicodipendente o spacciatrice o prostituta che abita di fronte a te citandone nome e cognome reali, credo che debbs firmarti quanto meno una liberatoria.
Poi non so. Le leggi in questo Paese cambiano da un giorno all'altro...

A.F.D.
Vai all'inizio della pagina

marco.kapp
Utente ordinario

Italia
96 Post

Inviato - 03/03/2011 :  10:43:57  Mostra profilo  Visita l'homepage di marco.kapp  Cita e rispondi
Anch'io mi sto ponendo lo stesso problema.
In un romanzo che sto scrivendo faccio riferimento a una persona reale, descrivendone azioni e atteggiamenti non troppo lusinghieri.
E' sufficiente che cambi il nome al personaggio per non incorrere in noie legali?
E il nome del personaggio dev'essere molto diverso dall'originale, o e' sufficiente cambiare una consonante?
Altro quesito: e' sufficiente dichiarare all'inizio del libro che "i personaggi sono frutto della fantasia degli autori e ogni riferimento a fatti o persone reali e' puramente casuale"?

Lettore di Fantascienza
Vai all'inizio della pagina

Lampisterio
Utente junior

Italia
31 Post

Inviato - 03/03/2011 :  23:54:25  Mostra profilo  Cita e rispondi
Grazie per le risposte e le ulteriori domande, che mi interessano parecchio.
La questione mi sembra non da poco. Mi metto nei panni di una persona citata in un libro: anche se io, per esempio, mi chiamo Silvio e lo scrittore mi chiama Salvo, poi pero' risulta chiaro comunque che parla di me, anche se si inventa cose irreali come orge e malaffari. Che faccio, denuncio?
Oppure, se P. Cornwell scrive un libro dove afferma che io sono Jack lo squartatore, insomma, io magari mi rigiro nella tomba e i miei eredi si arrabbiano.
La Cornwell e' stata cattiva? Ha approfittato di me? Mi ha calunniato?

Io sono per la liberta' d'autore, per i diritti d'autore, ma anche per i doveri d'autore. Poi tutto sta all'intelligenza del lettore, e all'assenza del censore.

Syllon, ma tu conosci le mie tre vicine di casa! Sei forse quel tipo losco che bazzica qui sotto, davanti alla bettola del vecchio Flint? Io sono il giovine scrittore che ha affittato la mansarda che da' sul porto... mi firmi la liberatoria?
Vai all'inizio della pagina

Admin
Forum Admin

Italia
352 Post

Inviato - 04/03/2011 :  09:25:23  Mostra profilo  Visita l'homepage di Admin  Cita e rispondi
Mah, secondo me non e' un problema di diritto d'autore.
E' semmai un problema di altri possibili reati... non sono un avvocato, ma per esempio nel codice penale trovo

Art. 595 - Diffamazione.
Chiunque, fuori dei casi indicati nell'articolo precedente, comunicando con piu' persone, offende l'altrui reputazione, [...] Se l'offesa e' recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicita', ovvero in atto pubblico, la pena e' della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore a euro 516.
Se l'offesa e' recata a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza o ad una autorita' costituita in collegio, le pene sono aumentate.


Insomma, se se ne parla bene (ma prima di farlo verificherei comunque leggi su diritto d'immagine, privacy ecc.) correttezza vorrebbe, ove possibile e ragionevole, che il personaggio fosse informato. Se se ne parla male (e nell'Art. 595 non vedo riferimenti a nome e cognome, secondo me basta che sia riconoscibile)... lasciate perdere.

E, sempre secondo me, la nota "i personaggi sono frutto della fantasia degli autori e ogni riferimento a fatti o persone reali e' puramente casuale" citata da Marco serve a poco o nulla.
Certo, i nomi sono limitati, e quindi puo' capitare che per caso scriva il nome di qualcuno che neppure conosco; ma se comincio a dire che il suo aspetto fisico e' xy, che abita in yx, che ha commesso il fatto zz... beh, credo che la probabilita' di averlo scritto per caso sia un po' come quella di fare sei al superenalotto. Tanto piu' se puo' dimostrare che lo conosco...

Una curiosita': in effetti mi e' capitato piu' di una volta di leggere nei manoscritti nomi reali o altri aspetti che rendevano dei personaggi (di cui non si parlava bene) riconoscibili... ovvio che quando me ne accorgo li faccio modificare prima di pubblicarli Tra i miei ruoli c'e' anche quello di "censore": esistono delle leggi che, per quanto nelle mie possibilita', devo far rispettare.

Questo argomento pero' mi fa venire in mente una bella idea; se ho tempo oggi, altrimenti nel fine settimana postero' il quiz nella sezione appropriata

Edizioni Della Vigna
Luigi Petruzzelli
Vai all'inizio della pagina

Milland
Moderatore

Italia
156 Post

Inviato - 04/03/2011 :  13:37:46  Mostra profilo  Visita l'homepage di Milland  Cita e rispondi
Se dovessi essere io a scrivere di una persona reale, mi preoccuperei di:
a) ottenere una liberatoria
b) nel caso fosse impossibile ottenerla, cambierei radicalmente non solo il nome, ma anche i luoghi; e un pochino anche i fatti che riguardano la persona medesima.
c) mi limiterei ai fatti accertati o accertabili, dando spazio preferibilmente a quelli di dominio pubblico.
) non mi preoccuperei solo di cio' che prescrive la legge, ma anche di cio' che puo' dare fastidio all'interessato (salvo si tratti di un personaggio gia' noto, presente sui mass media). A meno che uno non abbia l'avvocato in casa, anche il solo dover rispondere a una querela per diffamazione puo' costituire una catastrofe. Coloro che hanno molti quattrini lo sanno e quindi utilizzando la querela quale deterrente per garantirsi l'immunita' mediatica.
Purtrpoppo il principio di liberta' di parola, come tanti altri principi, e' prolamato generosamente, ma anche solennemente contraddetto dalla legge. Esempio, io posso querelarti per un milione di euro e se vinco costringerti a pagare; ma se perdo, anche quando si tatti di lite temeraria, dover conferire solo mille euro di risarcimento.
Quindi, di la' dalla legittimita' di cio' che si scrive, occhio contro CHI si scrive, e CHE COSA si scrive. Mandare a quel paese qualcuno non e' piu' un reato; ma sostenere che uno ha i calli potrebbe invece esserlo...
Ciao

Milland
Vai all'inizio della pagina

marco.kapp
Utente ordinario

Italia
96 Post

Inviato - 04/03/2011 :  14:35:47  Mostra profilo  Visita l'homepage di marco.kapp  Cita e rispondi
Mi avete messo la pulce nell'orecchio...
Purtroppo il personaggio che ho citato e' utile all'economia narrativa, inoltre e' l'unico che fa quel mestiere in paese, pertanto e' facilmente riconoscibile.
Cosa fare, se non e' sufficiente cambiare il nome?

Lettore di Fantascienza
Vai all'inizio della pagina

syllon
Utente ordinario

Italia
114 Post

Inviato - 04/03/2011 :  14:36:50  Mostra profilo  Cita e rispondi
A me e' capitato il contrario. Una scrittrice in erba, ieri, ha usato il mio vecchio pseudonimo come nome di un suo personaggio in un racconto postato su un forum letterario (dopo avermi chiesto correttamente il permesso).
Leggendo lo scritto ho notato che: ero alto 1,94, muscoloso, di grande appeal sulle donne, giovane e guerriero... che faccio la cito?

A.F.D.
Vai all'inizio della pagina

Admin
Forum Admin

Italia
352 Post

Inviato - 04/03/2011 :  14:58:32  Mostra profilo  Visita l'homepage di Admin  Cita e rispondi
quote:
Inserito originariamente da marco.kapp

Cosa fare, se non e' sufficiente cambiare il nome?


Beh, chiedigli il permesso... se rifiuta perche' ne parli troppo male, fa bene

Edizioni Della Vigna
Luigi Petruzzelli
Vai all'inizio della pagina

Milland
Moderatore

Italia
156 Post

Inviato - 14/03/2011 :  19:11:19  Mostra profilo  Visita l'homepage di Milland  Cita e rispondi
Offrigli un caffe', e' piu' appropriato. Magari vi fate due risate insieme...

Milland
Vai all'inizio della pagina
  Argomento precedente Argomento   
 Nuovo argomento  Rispondi all'argomento
 Versione stampabile
Vai a:
La Piazza delle Stelle © 2009-2010 Edizioni Della Vigna Vai all'inizio della pagina
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06