La Piazza delle Stelle
La Piazza delle Stelle
Home | Profilo | Registrazione | Argomenti attivi | Membri | Cerca | FAQ
Utente:
Password:
Salva password
Password dimenticata?

 Tutti i forum
 Libri
 Libri fantastici delle Edizioni Della Vigna
 Kronos di Claudio Chillemi
 Nuovo argomento  Rispondi all'argomento
 Versione stampabile
Pagina successiva
Autore Argomento precedente Argomento Argomento successivo
Page: of 3

Avatar
Utente junior

Italia
14 Post

Inviato - 10/02/2010 :  14:08:23  Mostra profilo  Cita e rispondi
Innanzitutto complimenti per la veste editoriale che trovo molto bella, bella la copertina, belli i due disegni interni. Passando al romanzo, mi sembra una gran bella storia, intrigante, piena di colpi di scena con un finale assolutamente magnifico.Chillemi ha un modo di scrivere
elegante (in alcuni casi anche troppo, primo appunto al romanzo); cita' i romanzi e il cinema alglosassone, ma appunto li cita, non li copia o li plagia. Certo, anche Kronos ha i suoi difetti, ad esempio e' un romanzo troppo al maschile, le figure femminili sono poche e non del tutto definite; ma come contraltare ha alcuni personaggi maschili mirabili: il poliziotto, Torres, mi pare si chiami, e' spassosissimo caratterizzato in modo magnifico. Il cattivo capo della Kronos e' un eccellente villan degno di un fumetto d'autore.
Sono curioso di conoscere altre impressioni su Kronos da parte dei lettori del forum.
Maurizio

Giancarlo Manfredi
Utente junior

38 Post

Inviato - 11/02/2010 :  09:35:52  Mostra profilo  Visita l'homepage di Giancarlo Manfredi  Cita e rispondi
Claudio Chillemi, l'autore di Kronos, mi ha chiesto di inviare un commento al suo libro, cosa che mi appresto a fare con molto piacere.
A scanso di equivoci dico subito che io e Claudio siamo amici da tempo e che ho avuto il piacere di confrontarmi con lui in mille discussioni sui temi della letteratura del fantastico.
Questo non fa di me un critico attendibile, pero' posso dire di conoscere bene il suo modo di scrivere e di aver letto molti dei suoi racconti e romanzi.
E c'e' una cosa che posso affermare in tutta onesta': ecco, spesso mi leggo i romanzi di Simenon (che si compra mia moglie) perche', pur non essendo il mio genere preferito, trovo che i personaggi e gli ambienti del GRANDE scrittore (e non mi riferisco solo ai gialli di Maigret, anzi...) abbiano un che di "familiare", che fa sentire il lettore a suo agio. Bene, la stessa cosa capita con le storie narrate da Claudio Chillemi.
Kronos, naturalmente, e' una storia di fantascienza senza compromessi, ma le sensazioni che ho provato leggendolo - il sentore di sigaretta e l'aroma di caffe' che quasi si percepiscono, la vestaglia indossata da una donna e il detective che mi immagino con l'impermeabile sgualcito ed il borsalino - insomma sono dettagli che riportano agli ingredienti di ben altro genere.
Fin dalle prime pagine ti sembra di precipitare in uno dei telefilm di CSI: c'e' un delitto tanto efferato quanto incomprensibile e, soprattutto, si prova il senso di un'irreparabile perdita.
Ma questa e' una storia di fantascienza e allora ecco la magia di un vero viaggio nel tempo che potra' restituire il giusto finale a tutti i personaggi.
Con cio' non posso affermare che il romanzo di Claudio se la giochi alla pari con i grandi classici di scrittori affermati (mi vengono in mente i romanzi di Buzzati, ad esempio), ma che certo merita il plauso per l'abilita' di mettere a suo agio il lettore, catturarlo con un intreccio che non sai come finira', miscelando azione e riflessione, futurismi e nostalgie.
Concludo dicendo che il successo commerciale di un libro (per di piu' di fantascienza) in Italia dipende da logiche che spesso esulano dalla effettiva bonta' dell'opera stessa. Vale per Kronos come per tutte le opere di autori che non hanno la "fortuna" (chiamiamola cosi') di una passerella televisiva o di un'amicizia potente, ma ho una convinzione personale: nella penna di Claudio ci sono ancora molte storie che meritano di essere lette e Kronos (nell'accezione di divinita' del tempo) mi sara' testimone!

Giancarlo Manfredi

www.webtrekitalia.it


Modificato da - Giancarlo Manfredi il 11/02/2010 10:36:25
Vai all'inizio della pagina

navarca
Nuovo iscritto

1 Post

Inviato - 13/02/2010 :  23:05:40  Mostra profilo  Visita l'homepage di navarca  Cita e rispondi
Se un libro di narrativa ha come scopo il dare una piacevole lettura e farti vivere un viaggio nel fantastico, Kronos e' quel tipo di romanzo. Claudio e' un amico, e cominci a leggere il libro per sapere cosa ha scritto il tuo amico. Ma questo vale per le prime pagine. Dopo un po’ non mi importa che dei personaggi, dell’universo del futuro narrato in Kronos e della risoluzione dei misteri della storia. Kronos e' un buon libro, ne consiglio la lettura e sottoscrivo quanto scrive Manfredi, quando sottolinea il giusto mix dei vari ingredienti che generano le belle storie. Complimenti!

IL NAVARCA
Vai all'inizio della pagina

tein
Nuovo iscritto

Italia
1 Post

Inviato - 14/02/2010 :  21:27:57  Mostra profilo  Cita e rispondi
Un libro curioso.
Conosco bene l'autore del libro, ho avuto l'onore di leggere quasi tutto cio' che ha scritto e in ogni romanzo, in ogni racconto o in una "semplice" poesia c'e' sempre qualcosa di favoloso e sorprendente.
Non sono un lettore di fantascienza, quindi non conosco questo mondo, ma Kronos e' adatto a tutti i lettori.
In Kronos si legge il carattere di Chillemi, le battute ironiche sull'obesita' di uno dei protagonisti o nei momenti difficili del fantagiallo sono la copia di come vede la vita l'autore del libro.
Un finale che mi ha lasciato a bocca aperta, ho riletto quattro volte la fine, perche' non credevo ai miei occhi....
Complimenti Claudio e cento di questi libri.
Vai all'inizio della pagina

Hitao
Nuovo iscritto

Italia
6 Post

Inviato - 16/02/2010 :  08:14:47  Mostra profilo  Cita e rispondi
Salve,
partecipo volentieri a questo forum per parlsare del libro di Claudio Chillemi. Non posso dire di essere un suo amico anche se l'ho visto in numerose covention; ma posso dire di essere un suo accanito lettore in quanto ho letto tutto o quasi cio' che ha pubblicato su Webtrekitalia. Da appassionato di Star Trek i suoi romanzi e le sue opere trekker sono state di mio gradimento, tanto da invogliarmi a leggere il suo libro Kronos. L'ho trovato incredibilmente fruibile, con una trama avvincente che non ti lascia un attimo per pensare al passo successivo che gia' il passo e' stato compiuto. Tra tutti i personaggi trovo particolarmente riuscito quello di Ted Torres, simpaticissimo pesce fuor d'acqua in un futuro tecnologico che lui odia; detective che ha intuito tutto e non ha indovinato niente; con quel suo "maledetto" visio del fumo (che mi porto dietro anch'io, come lo capisco) di cui non riesce a liberarsi. Bellissimo personaggio, quasi da serie tv o da romanzi seriali. Un detective che sembra conoscere la soluzione di tutto, ma alla fine non indovina niente. Il romanzo ha una piccola pecca, secondo me, decolla seriamente dopo le prima 40 pagine; all'inizio e' intrigante ma lento, rispetto al resto della storia. Probabilmente, perche' il protagonista all'inizio soffre dell'incredibile tragedia familiare e quindi stenta a carburare per poi, mano a mano che scopre le carte, gettarsi a capofitto nel tentativo di risolvere l'enigma della sua vita. Puo' essere, ma la primissima parte io l'avrei scritta diversamente. Per il resto bellissima storia, con un finale, come dice TEIN, straordinario, da leggere quattro volte per capire bene cosa e' successo e anche per rimanere sorpresi quattro volte...
Andrea
Vai all'inizio della pagina

Hitao
Nuovo iscritto

Italia
6 Post

Inviato - 18/02/2010 :  09:21:32  Mostra profilo  Cita e rispondi
Non sono un esperto di fantascienza italiana, a parte Evangelisti, che leggo sempre volentieri. Francamente non credo che comprerei un libro di fantascienza italiana anche se vedo che sono molti gli autori di questo genere nati nel nostro paese. Ho letto Kronos sol perche' Chillemi mi ha sempre appassionato con le sue opere di ambientazione trekker che trovo sicuramente degne di essere tradotte anche in inglese. Trovo anche Kronos un "romanzo internazionale" in cui non spicca nessuna italianita', tranne, forse, l'ironia che e' presente in tutto il romanzo.

Messaggio modificato dall'amministratore il 19/02/2010; la parte successiva e' stata spostata nella categoria Chiacchiere in piazza, sezione "Sulla fantascienza e gli altri generi"
http://www.edizionidellavigna.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=50


Infine, volevo fare i complimenti all'editore per il forum, ho curiosato in altri post e lo trovo interessante, anche per un... trekker, lo faro' conoscere.
Andrea
Vai all'inizio della pagina

Davidg
Utente ordinario

Italia
65 Post

Inviato - 18/02/2010 :  22:09:03  Mostra profilo  Cita e rispondi
Cari amici, mi unisco al coro pressoche' univoco di elogi per il Chillemi, intrigante e ben scritto (non e' un difetto!!!!!!!!!).

Messaggio modificato dall'amministratore il 19/02/2010; la parte successiva e' stata spostata nella categoria Chiacchiere in piazza, sezione "Sulla fantascienza e gli altri generi"
http://www.edizionidellavigna.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=50


Un caro saluto a tutti e... che droga 'sto forum! Grazie Luigi!

Davide Ghezzo
Vai all'inizio della pagina

AETNA_NUMBER ONE
Nuovo iscritto

3 Post

Inviato - 19/02/2010 :  13:16:52  Mostra profilo  Cita e rispondi
Premetto che sono un fan sfegatato di STAR TREK in tutte le sue forme;di conseguenza divoro anche i romanzi(in inglese ed in italiano) delle collane delle varie serie dell'universo creato da Gene Roddenberry.
Secondo me il romanzo KRONOS di C. Chillemi e' alla pari dei romanzi BEST SELLER, degli autori piu' bravi ed autorevoli, scritti per la mia serie fantascientifica preferita.
Infatti la storia scritta da Chillemi,con i vari eventi futuristici descritti,con la sua tecnica narrativa scorrevole ed il finale che tende ad una speranza positva del futuro dell'uomo,poteva benissimo venir inserito come un'episodio avventuroso dell'universo di STAR TREK.
Spero che l' Editore non si lasci scappare uno scrittore italiano di sci-fi bravo come Chillemi, capace di scrivere delle "belle" storie di fantascienza.
COMPLIMENTI! e Distinti saluti.
AETNA NUMBER ONE
Vai all'inizio della pagina

Admin
Forum Admin

Italia
327 Post

Inviato - 19/02/2010 :  15:38:45  Mostra profilo  Visita l'homepage di Admin  Cita e rispondi
quote:
Inserito originariamente da Avatar

Sono molto contento che il libro di Chillemi sia piaciuto, cosi' come che il mio intervento abbia avuto questo seguito. In effetti, ho regalato Kronos a due miei parenti, ed entrambi l'hanno trovato gradevolissimo. A questo punto della discussione, vorrei allargare la questione agli autori italiani di Fantascienza. L'editore che ci ospita ha, tra i suoi autori, diversi nomi italiani. Per mia esperienza, gli autori nostrani di fantascienza non mi sembrano particolarmente interessanti, forse il solo che si salva e' Lino Aldani, interessanti alcuni racconti di Catani, poi non mi viene in mente nessun altro. Ho letto diversi Premi Urania negli ultimi dieci anni e, francamente, non ne vedo nessuno all'altezza. Si spaccia come autore di fantascienza Evangelisti, che a me pare piu' autore di opere fantastiche, anche se pregevoli. Non capisco per nulla questo fenomeno di "cyberpunk" all'italiana che ha generato diversi volumi di Urania (aime'!), un genere nato vecchio, stantio e per nulla originale, che fa il verso a tanta OTTIMA fantascienza ma di....Vent'anni fa! Ma! Attendo vostre impressioni.
Maurizio



Grazie per la partecipazione, Maurizio!

Il tuo intervento ha dato il via a una serie di interessanti osservazioni sulla fantascienza italiana in generale; quindi ho spostato le risposte successive nella categoria Chiacchiere in piazza, sezione Sulla fantascienza e gli altri generi

http://www.edizionidellavigna.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=50

Direi di continuare a inserire qui i commenti su Kronos, e di proseguire la discussione piu' generica dall'altra parte.

Grazie a tutti

Edizioni Della Vigna
Luigi Petruzzelli
Vai all'inizio della pagina

DottorSpock
Utente junior

15 Post

Inviato - 20/02/2010 :  11:09:47  Mostra profilo  Cita e rispondi
Salve a tutti,
sono arrivato per caso in questo forum perche' seguo webtrekitalia ed ho saputo qualche settimana or sono della pubblicazione del romanzo di Chillemi. Ho letto il romanzo, me lo ha prestato un mio amico trekker e l'ho trovato gradevole ma sono convinto che l'autore possa fare meglio. Beninteso, non voglio essere una voce fuori dal coro sulle qualita' come scrittore di Claudio Chillemi, Kronos e' un bel romanzo, ben scritto, avvicente al punto giusto, intrigante e pieno di personaggi piu' o meno interessanti, solo che, secondo me, Claudio Chillemi ha scrittto cose migliori, come ad esempio tutti i racconti e i romanzi di ambientazione trekker che sono apparsi su WTI. Ricordo che, qualche anno fa, quando le sue apparizioni sul sito di Manfredi, erano quasi mensili, io e diversi amici trekker ci davamo la voce appena saputo di un nuovo racconto o di una nuova storia. Certo, per noi trekker, un romanzo appunto trekker e' una tentazione irrinunciabile, molto piu' di un romanzo di ambientazione generalista come Kronos. Ecco, il puntop e' questo, quando Claudio Chillemi fa parlare i personaggi di Star Trek o il suo SIMIGLIANTISSIMO Commissario Montalbano, si sente appieno lo spessore dei personaggi. In Kronos i personaggi sono ben delineati, ben costruiti, ma, appunto, sembrano costruiti. Per carita', e' una mia personalissima considerazione, ed aspetto altre novita' narrative da parte dell'autore. So, ad esempio, che ha scritto anche numerosi racconti non trekker, uno lo ho letto su WTI, devo dire molto bello, dal titolo GLI OCCHI DEL NEMICO, di altri so per certo che sono sul web, ma non so dove trovarli, qualcuno mi puo' aiutare?
Un grazie e un saluto a tutti,
Mario Andreoli
Vai all'inizio della pagina

Avatar
Utente junior

Italia
14 Post

Inviato - 20/02/2010 :  23:03:05  Mostra profilo  Cita e rispondi
Vorrei rispondere a Dottorspock. Ho provato a leggere i racconti trekker del nostro Chillemi e devo dire che non sono riuscito a capirli fino in fondo; di scritti, sono scritti bene, ma i personaggi per uno come me che non conosce Star Trek, sono troppo, ma proprio troppo sconosciuti. Caso diverso sono i "falsi d'autore" che coinvolgono Montalbano. Una sola parola: incredibili! Sembrano usciti dalla penna di Camilleri, ed io ho letto tutto di Camilleri. Oltretutto, spassosissimi. Da non perdere. Ho cercato anch'io altri racconti e scritti di Chillemi, c'e' il bellissimo racconto con cui ha vinto il premio Guareschi che si trova http://www.tuttiscrittori.it/pdf/ultimavisita.pdf; oppure puoi andare su http://uraniasat.altervista.org/index2.htm nella sezioni racconti trovi molti brani di Chillemi, tra cui mi permetto di segnalare Guardia Medica. Vorrei anche ringraziare l'editore per aver creato uno spazio a parte per la querelle sulla fantascienza italiana che trovo molto interessante, con interventi tutti mirati e misurati. Concordo con DavidG, questo forum e' una vera droga, non smetto di leggerlo e segnalarlo.
Maurizio
Vai all'inizio della pagina

Guitar68
Nuovo iscritto

1 Post

Inviato - 21/02/2010 :  18:05:08  Mostra profilo  Cita e rispondi
Sono arrivato su questo forum su consiglio di alcuni amici trekker che hanno letto il libro di Claudio Chillemi.
Ho visto che l'attenzione dei partecipanti si e' spostata sulla fantascienza italiana (discussione interessante che l'editore ha spostato in altra parte, ed ha fatto bene). Io non posso dire di conoscere la realta' editoriale della fantascienza italiana,
l'unico libro di fantascienza italiana che ho letto e' appunto Kronos, che mi e' piaciuto moltissimo; ma se la fantascienza
italiana ha scrittori come Claudio Chillemi non vedo perche' debba essere criticata. Oltretutto, ho letto i suoi racconti su Uraniasat (come consigliato da Avatar), e mi sono molto piaciuti, particolari e surreali. Spero che ne scriva altri e ce li socializzi, perche' meritano davvero.
Un saluto,
Guitar
Vai all'inizio della pagina

DottorSpock
Utente junior

15 Post

Inviato - 22/02/2010 :  12:23:33  Mostra profilo  Cita e rispondi
Salve a tutti, ho letto un paio di racconti di Chillemi apparsi su Uraniasat, mi e' piaciuto molto Ho visitato Un cimitero di Alieni, un mix incredibile di alienita' e umorismo, divertente e sorprendente. Altro racconto molto bello e' l'uomo che non sapeva sognare, intrigante l'idea della macchina che permette di condividere i sogni, molto bello il finale. Su guardia Medica, bello il racconto ma la fantascienza e' veramente una minima cosa rispetto al resto. Simpatico, ma non l'ho capito fino in fondo, il racconto di Cristoforo Colombo. Aspetto altri racconti.
Fatemi sapere,
Mario.
Vai all'inizio della pagina

Claudio Chillemi
Utente junior

26 Post

Inviato - 26/02/2010 :  11:13:50  Mostra profilo  Cita e rispondi
Scrivo due parole per ringraziare tutti coloro che hanno positivamente commentato il mio libro, spero di non deludervi in futuro.
Un saluto,
Claudio
Vai all'inizio della pagina

Hitao
Nuovo iscritto

Italia
6 Post

Inviato - 26/02/2010 :  13:03:00  Mostra profilo  Cita e rispondi
Salve Claudio, e' molto bello che tu intervenga direttamente nel forum. Approfitto della tua presenza per chiederti un paio di cose:
in primo luogo, quando scriverai qualcosa di nuovo sull'universo di Star Trek? Poi, nel romanzo parli di telecronia, un concetto che trovo molto intrigante (qualcosa di simile mi pare di averlo visto anche in Star Trek), a cosa ti sei ispirato? Nel romanzo parli di "collasso delle masse" e' un concetto scientifico o e' una tua invenzione? Perche' un finale aperto nel libro? Perche' non spiegare ogni cosa? Come dice Tein, ho dovuto leggere parecchie volte il finale per apprezzarlo in pieno, e' un effetto voluto o sono io un po' "ritardato"? Trovo eccezionale la figursa di Ted Torres, non dico un roimanzo, ma non pensi di scrivere qualche racconto a lui dedicato, sono sicuro che faresti la felicita' di molti lettori. Infine, hai scritto solo i racconti apparsi su Uraniasat? Hai scritto qualcosa d'altro? Dov e posso trovarla? Scusa per tutte queste domande, ma e' raro avere la possibilita' di parlare direttamente con uno scrittore di un libro che hai letto e ti e' piaciuto.
Un saluto.
Vai all'inizio della pagina

Claudio Chillemi
Utente junior

26 Post

Inviato - 27/02/2010 :  13:41:08  Mostra profilo  Cita e rispondi
Rispondo a Hitao. Le domande sono tante, andiamo con ordine. Un racconto trekker lo sto scriveno da due...anni. E' il quarto romanzo di quella che fino ad ora e' stata una trilogia apparsa su webtrekitalia, spero di pubblicarlo sul sito entro il 2010. La telecronia e' un concetto che avevo gia' utilizzato in un fumetto che avevo sceneggiato negli anni 90, dal titolo Antehac 20.87, uscito in due numeri per una casa editrice indipendente. L'ho ripreso volentieri perche' trovo un bell'espediente narrativo, la possibilita' di comunicare attraverso il tempo; in Star TRek c'e' qualcosa di simile, ma si comunica attraverso differenti dimensioni. Il collasso delle masse e' un concetto scientifico, mentre il postulato di Hansen che si trova sempre all'interno di Kronos e' una mia invenzione. Il finale e' volutamente lasciato aperto, spiegare tutto a volte e' troppo fastidioso, comunque i nodi piu' importanti del romanzo sono comunque spiegati se non in tutto in parte. Su Torres non so se scrivero' qualcosa d'altro, ma un mio racconto lo trovi anche in questo forum all'indirizzo http://www.edizionidellavigna.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=63 spero ti piaccia.
Un saluto,
Claudio

Modificato da - Claudio Chillemi il 27/02/2010 13:41:46
Vai all'inizio della pagina
Page: of 3 Argomento precedente Argomento Argomento successivo  
Pagina successiva
 Nuovo argomento  Rispondi all'argomento
 Versione stampabile
Vai a:
La Piazza delle Stelle © 2009-2010 Edizioni Della Vigna Vai all'inizio della pagina
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06