La Botte Piccola 2 La Botte Piccola n. 2 Logo La Botte Piccola
Vincitore del Premio Italia 2009, categoria Miglior romanzo o antologia personale di fantascienza Donato Altomare - Vladimir Mei, Libero Agente
Romanzo di fantascienza avventurosa nella tradizione "classica" dall'autore vincitore dei premi Urania 2000 e 2007.
Standard ISBN 978-88-6276-003-4 15x21
brossurato
340 pagine 8 illustrazioni
16,00 euro
Per collezionisti ISBN 978-88-6276-005-8 Carta Fedrigoni Splendorgel avorio " 8 illustrazioni a colori Numerato:
100 copie disponibili al pubblico
20 copie con numerazione romana a uso dell'editore
26,00 euro
eBook PDF ISBN 978-88-6276-004-1 PDF 6,00 euro
spedizione per e-mail
Pubblico consigliato: maggiori di 14 anni Leggi le prime pagine del romanzo Alexa Cesaroni - Il Grande Fuoco in Hemma

Vladimir Mei appartiene ai Liberi Agenti, sorta di mercenari che operano nella Galassia. Un giorno viene assoldato dalla Presidente della MegaGalattica, la maggior società produttrice di energia, per occuparsi di un “problema” che ha colpito la sua più grande centrale. Non è più possibile utilizzarla, né mettersi in contatto con i tecnici. Quattro Agenti hanno già fallito; ma Vlad, dopo una cruenta battaglia, riuscirà a risolvere la questione. E nel farlo imparerà, o almeno crederà di imparare, un nuovo modo per ottenere energia a buon mercato, riuscendo a convincere la Presidente a imbarcarsi nell’impresa. Ma non tutto è come appare, e al ritorno dal pianeta che custodisce il segreto Vlad e la Presidente avranno un’amara sorpresa... che li condurrà alla battaglia finale.
Un romanzo avventuroso nella tradizione classica, da leggere tutto d’un fiato.


Una curiosità: nel luglio 2008 è stata emessa dalle Poste francesi una serie di francobolli dedicata a Vladimir Mei. La tiratura varia tra i 30 e i 50 esemplari ciascuno.



Qualche commento da chi l'ha letto
 
"Nella prefazione si parla di questo romanzo come di un'opera di avventura pura, scritta secondo la tradizione della fantascienza classica. In effetti sin dall'introduzione il lettore viene scagliato nell'azione, e fa la conoscenza dello spietato protagonista attraverso un racconto che è stato scritto dopo il nucleo principale del romanzo. (...) In questo romanzo, è vero, troviamo buona fantascienza e frenetiche scene d'azione, ma notevole è anche la componente orrorifica, soprattutto nei capitoli iniziali, così come  non mancano gli spunti di riflessione che l'Autore ci offre con la sua visione di una società molto avanzata tecnologicamente ma di un'umanità non altrettanto progredita, non evoluta, che non sa trarre vero vantaggio dal progresso tecnologico e resta schiava dei pregiudizi, ancorata a illogiche 'logiche del profitto', che usa ancora gli strumenti della violenza, della sopraffazione e della prevaricazione per risolvere le sue questioni. In definitiva questo romanzo è l'ennesima buona prova del prolifico narratore molfettese, che dagli anni Ottanta ci propone storie che divertono e affascinano."

(F. Urbano; potete trovare la versione completa di questa recensione in

http://www.kultunderground.org/articoli.asp?art=943 )

 

***

 

"Bello l'ultimo libro, sembrano le avventure spaziali di una volta." (F. Temporin)

 

***

 

Potete leggere la recensione di E. Manco su

http://www.fantascienza.com/magazine/libri/11041/




Ultimo aggiornamento 2009-10-08   -   Immagini di Alexa Cesaroni - Copyright 2008 Edizioni Della Vigna e Alexa Cesaroni